Welfare: il tempo è (quasi) scaduto

Con il termine “welfare” si definisce la questione essenziale di un’efficiente e più equa redistribuzione delle risorse per assicurare a tutti, secondo il modello universalistico, la migliore protezione sociale e sanitaria possibile. Per questo fine nascono i Fondi sanitari contrattuali, come il nostro Fasi,  che ha assicurato negli ultimi quarant’anni ai suoi associati una buona…

Una sfida da vincere

Più pensionati che lavoratori: questo il pericoloso equilibrio che l’OCSE disegna per l’Italia nel 2050. Nell’ultimo rapporto “Working Better with Age”, infatti, l’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico dell’Europa, basandosi sugli attuali schemi pensionistici, prevede che il numero di persone over-50 inattive o pensionate, sostenute da lavoratori attivi, potrebbero aumentare di circa il…

Confindustria e Federmanager firmano il rinnovo del contratto dirigenti: confermata la centralità del Fasi

E’ stato sottoscritto, a fine luglio, il rinnovo del contratto nazionale per i dirigenti di aziende produttrici di beni e servizi. A siglare il rinnovo il vice presidente di Confindustria per il lavoro e le relazioni industriali, Maurizio Stirpe, e il presidente di Federmanager, Stefano Cuzzilla. Il nuovo contratto decorre dal primo gennaio del 2019…

Fondi sanitari integrativi e Servizio Sanitario Nazionale: la parola “chiave” è complementarietà.

A leggere alcune dichiarazioni di cosiddetti esperti in ambito sanitario, sembra di assistere a una sorta di “disfida” tra fautori del sistema sanitario pubblico e ultras del sistema sanitario privato. Eppure i dati sono incontrovertibili: in questo momento sono oltre 13 milioni gli assistiti dalla sanità integrativa, di cui circa la metà sono iscritti a…

Approvata da Parlamento la norma che sancisce la natura non commerciale dei Fondi sanitari

L’approvazione da parte del Governo del cosiddetto “Decreto Crescita”, ha spazzato via, si spera definitivamente, la “querelle” che si era aperta sullo status dei Fondi di assistenza integrativa (di cui abbiamo già parlato). Il decreto, infatti, ha sancito la qualifica di “enti non commerciali” lasciando, pertanto, invariate le problematiche concernenti, gli aspetti fiscali e gestionali…